Le strade della memoria

1987: Scala Righetto (collega due tornanti del Viale Aurelio Saffi).

 Fasti ed eroi della gloriosa Repubblica Romana a Villa Pamphilj

 

img012

Villa Pamphilj, 30 aprile 2007. L’assessore alle politiche culturali di Roma Capitale Silvio Di Francia e Bruni illustrano la storia di libertà di Don Francesco Raimondi, cui è stato dedicato un Viale. Inaugureranno poi la relativa targa, insieme al Sindaco di Montelanico, luogo natale del prete mazziniano, e Luigi Roberti.

img013

L’assessore Silvio Di Francia con Sandro Panichelli, Roberto Bruni, Paolo Macoratti e Nicola Serra, Presidente dell’Associazioni Nazionale Garibaldina.

Le bandiere di Luigi Roberti

 

img014

img015

Villa Pamphilj, 30 aprile 2009. Inaugurazione della targa Viale del Battaglione Universitario Romano. Sono presenti numerosi studenti, autorità, presidenti di Associazioni, il prof. Pierangelo Catalano, Anita Garibaldi, Umberto Broccoli sovrintendente ai Beni Culturali di Roma Capitale, il prof. Romano Ugolini, Fulvio Crocenzi, Marcella Alfonsi e i Maestri del cinema Paolo e Vittorio Taviani, ai quali Bruni illustra le iniziative dell’Associazione Culturale “Gli Amici di Righetto”.

Strade della memoria al Gianicolo

img016

img017

29 novembre 2010. L’assessore alle politiche culturali di Roma Capitale, Umberto Croppi, inaugura due targhe: Rampa David Bucchi – Portaordini garibaldino (1837-1849) e Viale Lorenzo Brunetti – Figlio di Ciceruacchio, fucilato a Ca’ Tiepolo (1836-1849).
16 maggio 2011. L’assessore alle politiche culturali di Roma Capitale Dino Gasperini, inaugura la Passeggiata di Righetto e il Belvedere 9 febbraio 1849 – Proclamazione della Repubblica Romana.

img018

img019

img020

I ragazzi della Scuola Gianicolo, diretti da Roberto Cilona, eseguono l’Inno di Mameli.

img021

img022

 

img023

Sono presenti anche Anita Garibaldi, Donato Robilotta, Marcella e Maria Alfonsi, Sabina Pistone, Teresa Iacovacci, Anna Colaiacono, Giampiero Panichelli, Spartaco e Massimo Scaramella, Maria Antonietta Grima Serra e numerosi studenti con i loro professori.

Bruni, esperto di toponomastica

Bruni, dirigente Capitolino all’Ufficio di Toponomastica e membro della Commissione Consultiva in materia, dal 1993 al 1996, ha pure arricchito le zone periferiche di Roma con denominazioni riferite alla musica, alla filosofia, alla letteratura, alla pittura, onorando personaggi italiani e internazionali, e istituendo nuovi gruppi toponomastici, tra i più apprezzati: “Gli eroi delle imprese sportive”,  i “Personaggi del Movimento femminile, nazionale e internazionale, distintisi nei campi della politica, della Cultura e delle scienze, valorizzando i diritti della donna”, “Personaggi del Cinema”, “I Venticinque della Campagna Romana” e la “Nomenclatura attinente alla Cina”.